Coronavirus, oggi in Italia altri 475 morti ma ci sono stati più di 1.000 guariti: totale vittime sfiora i 3.000 – DATI e TABELLE

Coronavirus, la protezione civile aggiorna il bilancio dell'epidemia in Italia ad oggi, Mercoledì 18 Marzo. Tutti i DATI e le TABELLE

Sono sempre più gravi e drammatici i numeri dell’epidemia di Coronavirus che sta colpendo l’Italia da 27 giorni: nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 475 morti, nuovo record assoluto giornaliero dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi di contagio accertato sono 2.648 (anche se mancano quelli della Regione Campania), e ci sono stati 1.084 nuovi guariti, anche qui record assoluto giornaliero dall’inizio dell’epidemia. Il bilancio complessivo è salito quindi a

  • 35.713 contagiati
  • 2.978 morti
  • 4.025 guariti

Il trend dei nuovi casi è stazionario da diversi giorni, un dato che lascia immaginare come il picco sia ancora lontano. L’aumento del numero di morti e guariti testimonia la “maturità” dell’epidemia: le persone che muoiono e guariscono sono persone che si sono ammalate diverse settimane fa, quindi è verosimile che questi dati aumenteranno ulteriormente nei prossimi giorni. Già domani l’Italia diventerà inevitabilmente il Paese con più morti del mondo, superando con questo dato anche la Cina.

Il grafico con i morti giornalieri da Coronavirus in Italia:

Le persone attualmente ammalate sono 28.710, così suddivise:

  • 14.363 ricoverate in ospedale 
  • 2.257 ricoverate in terapia intensiva
  • 12.090 in isolamento domiciliare

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha ribadito che “l’epidemia è concentrata nelle Regioni del Nord e nelle Marche, il Sud rimane marginale ma questo non deve far abbassare la guardia“, e insieme al capo della protezione civile Angelo Borrelli, in conferenza stampa, ha ribadito l’invito a non uscire di casa e rispettare le norme di distanziamento sociale.

Di seguito la tabella con tutti i dati Regione per Regione:

Coronavirus, Zaia: “in base ai nostri modelli, il picco sarà il 15 aprile”

I nostri modelli matematici di previsione dell’andamento dell’epidemia sono precisi, non sbagliano, sappiamo quella che sarà l’evoluzione da qui a 15 giorni e oltre, e ci danno per il 15 aprile il picco, dopodiché il numero dei positivi dovrebbe scendere fino ai primi di maggio. Ma ad aprile avremo un tasso importante di occupazione dei posti di terapia intensiva“. Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia nel corso del punto stampa presso la Protezione Civile a Marghera. “E’ impensabile, quindi, – ha aggiunto – pensare alla riapertura delle scuole il 3 aprile. E’ necessario rivedere le norme restrittive previste dal decreto chiudendo i supermercati la domenica e proibire le passeggiate all’aria aperta, e senza motivo“, ha concluso.

Coronavirus, l’Oms: “oltre 200 mila contagi e 8 mila morti nel mondo, preparatevi come se doveste essere congagiati tutti. E l’Africa si svegli”

Ci sono oltre 200.000 contagi e oltre 8.000 morti per il coronavirus“. Lo conferma il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel consueto briefing sul Covid-19 invitando la comunità internazionale alla solidarietà. “Non date per scontato che la vostra comunita’ non sara’ colpita, preparatevi come se lo dovesse essere. Non date per scontato che non sarete contagiati, preparatevi come se lo doveste essere“, è l’invito dell’Oms. Le misure da prendere per combatterlo sono “isolare, effettuare test e curare ogni caso sospetto. Ci sono molte cose che i paesi possono fare’, ad esempio mantenere le distanze tra le persone o annullare gli eventi ‘possono aiutare a rallentare il virus e a diminuire il peso sui sistemi sanitari’. L’Oms, ha proseguito, ‘continua a chiedere a tutti i paesi di mettere in campo un approccio complessivo per rallentare la trasmissione e appiattire la curva. Questo approccio – ha sottolineato – sta salvando vite e facendoci guadagnare tempo in attesa del vaccino e di cure efficaci“.

Getty Images

L’OMS continua a raccomandare che l’isolamento, il test e il trattamento di ogni caso sospetto di Covid19 e la tracciatura di ogni contatto, debbano essere la spina dorsale della risposta in ogni paese. Questa è la migliore speranza che abbiamo di prevenire una diffusa trasmissione comunitaria” ha aggiunto direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), in conferenza stampa a Ginevra. “Per sopprimere e controllare le epidemie, i paesi devono isolare, testare, trattare e rintracciare. In caso contrario, le catene di trasmissione possono continuare a un livello basso, quindi ricominciare una volta che si interrompono le misure di distanziamento fisico. Questo coronavirus rappresenta una minaccia senza precedenti. Ma e’ anche un’opportunita’ senza precedenti di unirci contro un nemico comune“.

africaIl livello dei contagi in Africa è basso. E’ la regione con il numero più basso di casi, 233. Certo, potrebbero esserci casi non diagnosticati e anche se potessimo prendere queste cifre per certe, abbiamo visto come il virus può accelerare e dunque il miglior consiglio che posso dare al mio continente è prepararsi al peggio e prepararsi ora. Il mio continente deve svegliarsi“, ha aggiunto Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Molteplici piccole prove con metodi diversi potrebbero non darci le prove chiare e forti di cui abbiamo bisogno su quali trattamenti aiutano a salvare vite umane. L’Oms e i suoi partner stanno organizzando uno studio in molti Paesi in cui alcuni di questi trattamenti non testati sono confrontati tra loro. Questo ampio studio internazionale e’ progettato per generare i dati affidabili di cui abbiamo bisogno, per mostrare quali trattamenti sono i piu’ efficaci” ha concluso il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Coronavirus, il miracolo della Calabria: brusco calo i nuovi casi, “ma in ogni caso gli Ospedali sono pronti” [VIDEO]

Coronavirus, i Paesi Bassi puntano all’immunità di gregge: “Reazione dell’Italia stupida ed esagerata, noi controlleremo la diffusione il più possibile”

Il Coronavirus contagia allo stesso modo uomo e donna ma uccide in stragrande maggioranza i maschi: la scienza spiega perché

La Corea del Sud combatte il Coronavirus con apertura e trasparenza: tamponi a tappeto, isolamento e monitoraggio GPS per un tasso di mortalità bassissimo

Coronavirus, difese immunitarie più forti con la giusta alimentazione: aglio e cioccolato fondente tra gli alimenti consigliati

Coronavirus, la scienza spiega perchè in Germania ci sono così pochi morti rispetto all’Italia e avvisa: “attenti alla seconda ondata”

Coronavirus, l’Italia si ferma e calano i consumi di energia elettrica: lunedì 16 marzo valori più bassi rispetto ai weekend prima dell’emergenza [DATI e GRAFICI]

La “Cintura del Coronavirus”, ecco come il meteo sta “guidando” l’epidemia. Le Previsioni

Coronavirus e Sesso, i consigli dell’esperto: brutte notizie per single e fidanzati non conviventi, “astinenza per evitare il contagio”

Coronavirus, il Viminale emette nuova circolare: “passeggiate all’aperto sono consentite per scaricare stress e rispettando distanze”

Coronavirus, il Viminale: “marito e moglie possono passeggiare mano nella mano, convivono anche dentro casa. Gli agenti devono avere buon senso”