Coronavirus: primo decesso in Africa, la Francia supera quota 1.000, aumentano i contagi nello stato di New York, in Germania e in Grecia. Nave da crociera bloccata in Florida

Arriva il primo decesso a causa del coronavirus in Africa, nello specifico dall'Egitto, mentre l'epidemia continua a diffondersi in Europa e negli USA. Gli ultimi aggiornamenti

MeteoWeb

Arriva il primo decesso legato al nuovo Coronavirus in Egitto: si tratta di un turista tedesco giunto nel Paese una settimana fa. Lo ha reso noto il ministero della Sanita’ al Cairo. Il primo morto in Egitto e’ anche la prima vittima tedesca dell’epidemia, lo scrive la stampa tedesca. La notizia, divulgata dal ministero della Salute del Cairo, e’ rimbalzata sui media, ed apre la Bild on line. Intanto, Israele ha deciso di chiudere le frontiere con il Paese vicino.

La Francia ha superato la soglia dei 1.000 contagi dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, secondo quanto annunciato dal ministero della Salute. Da ieri sera, altri tre decessi portano il bilancio delle vittime a 19. Ieri, i contagi erano stati conteggiati in 949, oggi alle 15 le autorita’ ne hanno annunciati 1.126, con un aumento di 177 casi.

Il numero totale di casi di infetti da coronavirus in Germania ha raggiunto i 902. Lo ha reso noto oggi l’istituto Robert Koch, l’autorita’ di controllo per le malattie del governo tedesco. Nella sola regione del Nord Reno-Vestfalia si registrano 400 casi di pazienti positivi al Covid-19. A livello nazionale, i casi sono aumentati di oltre 50 unita’ dalla giornata di ieri, quando erano 847 le persone infette confermate.

Con sette nuovi casi registrati oggi, salgono a 73 le persone contagiate dal Coronavirus in Grecia, dove da domani scattano nuove misure per il contenimento dell’epidemia. Lo ha annunciato il portavo del ministero della Salute Sotiris Tsiodras, citato da Cnn.gr. In particolare vengono chiusi per un mese tutti i centri anziani, e sempre per un mese vengono annullati tutte le conferenze e i congressi. Gli eventi sportivi saranno tutti a porte chiuse per le prossime due settimane, mentre si e’ deciso di non chiudere tutte le scuole, ma valutare caso per caso. Numerosi istituti in varie zone del Paese sono gia’ stati chiusi. Sempre domani, il governo annuncera’ misure a sostegno dell’economia, gia’ colpita dagli effetti del Coronavirus.

Il Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie a San Marino comunica l’aggiornamento dei dati sull’infezione da nuovo coronavirus: 36 i casi positivi, di cui 25 ricoverati all’Ospedale di San Marino (5 in Rianimazione con sintomatologia severa – 1 femmina e 4 maschi -, 20 nella degenza predisposta nell’ala al secondo piano con sintomi moderati – 14 maschi e 6 femmine -) e 11 a domicilio e sul territorio. Un decesso; 77 tamponi totali effettuati, di cui 29 risultati negativi, 37 positivi e 11 in attesa di esito. 121 quarantene domiciliari sui contatti stretti compresa la rete familiare, amicale e personale sanitario; 102 quarantene terminate.

In Europa, una notizia leggermente positiva, ma che nasconde un lato negativo, arriva dal Belgio: il numero di nuovi casi positivi al Coronavirus e’ sceso ieri a 31, contro i 60 di venerdi’, ma il rallentamento della progressione dell’epidemia nel paese potrebbe essere dovuto a una penuria di test. Il 7 marzo su 422 campioni analizzati 31 sono risultati positivi al Covid-19, ha annunciato il ministero della Sanita’. Dall’inizio dell’epidemia, complessivamente sono stati registrati in Belgio 200 casi di infezione. Il calo di nuovi casi tra venerdi’ e ieri “si spiega con diverse ragioni”, ha detto il ministero della Sanita’ in un comunicato: “e’ possibile che il ritorno dei viaggiatori dal Nord Italia sia finito. Inoltre, la priorita’ delle analisi per il momento e’ data ai campioni delle persone i cui sintomi potrebbero condurre a un ricovero in ospedale e al personale sanitario. Questa prioritarizzazione e’ dovuta al problema mondiale di fornitura di reattivi, che sono i prodotti necessari per effettuare le analisi”, ha spiegato il ministero. Infine, nel fine settimana il numero di test e’ generalmente inferiore a quello dei giorni feriali. Attualmente la circolazione del Covid-19 tra la popolazione belga “resta limitata”, ha detto il ministero. Nelle diverse regioni sono stati registrati 16 casi nelle Fiandre, 8 a Bruxelles e 7 in Vallonia.

Oltreoceano, sale il bilancio dei casi di Coronavirus nello stato di New York: i nuovi sono 16 e portano il bilancio complessivo a 105. Lo afferma il governatore Andrew Cuomo, sottolineando che i casi nell’area di Westchester sono saliti a 82, mentre quelli nella citta’ di New York a 12.

Salgono a 9 i casi accertati in Cile: l’ultimo identificato è quello di una persona di 39 anni, che vive nella regione di Maule. Lo ha reso noto oggi la radio BioBio di Santiago. Le autorita’ sanitarie cilene hanno precisato che si tratta di un paziente che ha avuto contatto con familiari risultati positivi al Covid-19 e che sono stati i primi due casi confermati sul territorio cileno. L’uomo, si e’ inoltre appreso, presenta una sintomatologia lieve per cui e’ stato posto in isolamento domiciliare, sotto sorveglianza medica. In mattinata la Clinica Las Conde della capitale aveva reso noto che una donna di 83 anni, dopo aver incontrato un parente tornato dagli Stati Uniti con sintomi seri di Coronavirus, e’ stata a sua volta ricoverata ieri. I test di laboratorio hanno confermato il contagio al Covid-19.

Il ministero della Sanita’ ha reso noto che sono sette i casi di Coronavirus in Messico – cinque uomini e due donne – e che l’ultimo contagiato e’ un uomo di 46 anni, residente a Citta’ del Messico e che ha avuto contatti con una persona risultata positiva di rientro dagli Stati Uniti. Al riguardo il viceministro della Sanita’, Hugo Lopez-Gatell, ha precisato che dei casi messicani, solo un uomo di 71 anni e’ ricoverato in gravi condizioni. In tutto il Messico, si e’ infine appreso, le autorita’ sanitarie stanno seguendo, con l’applicazione dei protocolli previsti per il Coronavirus, 35 casi considerati sospetti.

La nave da crociera Regal Princess è stata bloccata a largo della costa della Florida in attesa dei risultati dei test per stabilire se due membri dell’equipaggio hanno contratto il nuovo Coronavirus. Il ‘Miami Herald’ riferisce che la nave avrebbe dovuto attraccare a Port Everglades questa mattina. I membri dell’equipaggio sospettati di essersi infettati erano stati trasferiti dalla nave da crociera Grand Princess in California.La Guardia Costiera ha consegnato il kit per i test alla Regal Princess questa mattina e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso un “ordine di non navigazione” per la nave. Non è chiaro quante persone ci siano a bordo, ma il sito web della compagnia di crociera afferma che ha una capacità di 3.560 ospiti. Anche la prossima tappa della crociera, ai Caraibi, è stata annullata.

Da #Abbraccia1Cinese al metro di distanza: così la politica dell’anti-scienza ha sottovalutato il Coronavirus e portato l’Italia nel caos

Coronavirus, bisogna evitare gli assembramenti di persone ma a Venezia fanno l’aperitivo gratis “per ripartire”: una follia che può far dilagare l’epidemia

Coronavirus, paziente descrive in dettaglio cosa vuol dire contrarre l’infezione: “Non sono giorni normali quando non sei cosciente di come respirare”

Coronavirus, Burioni: “ancora troppa gente non ha capito quant’è grave la situazione, chi tranquillizza fa danni gravissimi. Bisogna stare tutti chiusi in casa”

Coronavirus, la Cina e Burioni smascherano i pasticci del governo Conte: “ci stanno dando una bella lezione”

Coronavirus, situazione ribaltata: adesso la Cina impone la quarantena agli italiani, “ci stanno riportando il virus che noi stiamo debellando”

Coronavirus, i DATI del bilancio aggiornato in Italia: 233 morti, 5.883 contagiati e 567 in terapia intensiva. “Lombardia al collasso, non ce la facciamo più”

Coronavirus, Borrelli: “Per vincere dobbiamo cambiare modo di vivere”. Attenzione ai primi sintomi, quando sospettare?

Ilaria Capua spiega il Coronavirus: “è un evento epocale che ci scuoterà, uno sciame virale che durerà a lungo. Forse è proprio il Cigno Nero”