Coronavirus, Brasile: lo stato di San Paolo proroga la quarantena fino al 10 maggio

Il governatore dello Stato brasiliano di San Paolo ha annunciato una nuova proroga delle misure di distanziamento sociale per contenere la diffusione del nuovo coronavirus fino al 10 maggio

MeteoWeb

Il governatore dello Stato brasiliano di San Paolo ha annunciato una nuova proroga delle misure di distanziamento sociale per contenere la diffusione del nuovo coronavirus fino al 10 maggio. Le misure prevedono la chiusura obbligatoria di tutte le attività, esercizi commerciali e servizi considerati non essenziali come ospedali, farmacie, supermercati e negozi di alimentari, fino al prossimo 10 maggio.

Nella città di San Paolo, città dove si concentra la stragrande maggioranza dei casi del paese, le misure restrittive erano state attuate gradualmente fino alla disposizione di chiusura totale a partire dal 24 marzo e fino al 7 aprile. Tuttavia la crescita molto rapida di casi aveva già spinto una prima volta il governatore Joao Doria a estendere la quarantena fino al 22 aprile.

Le misure sono prorogate fino al 10 maggio in tutti i 645 municipi dello stato di San Paolo. L’estensione del distanziamento sociale è stata proposta dalla task force anti Covid-19, comitato medico composto da 15 membri, che assistono il governo dello stato“, ha affermato Doria. Il governatore ha sottolineato che alcuni ospedali pubblici sono gia’ vicini al collasso. “Un mese fa, qui a San Paolo, abbiamo avuto la prima morte. Oggi ci sono già 853 morti. Sfortunatamente, i casi stanno aumentando”, ha dichiarato Doria.

Per riaprire attività commerciali e servizi, dobbiamo essere sicuri di avere il sistema sanitario in condizioni di curare i cittadini e salvare vite umane. Qui non prendiamo misure irresponsabili, affrettate o basate su congetture o ideologie“, ha concluso il governatore.