Coronavirus, il mattatoio in Germania fa risalire l’indice R0: scontri con i residenti in quarantena, diversi agenti feriti

Diversi agenti di polizia sono rimasti feriti negli scontri con i residenti di un edificio a Gottinga, nella Germania centrale, messi in quarantena dopo che 120 su 700 sono risultati positivi al coronavirus

MeteoWeb

Nuovo balzo per l’indice R0 in Germania che passa da 1,79 a 2,88, stando all’Istituto Robert Koch, secondo cui la cifra si basa su una media di quattro giorni. Lo riferisce Sky News. La Germania è alle prese con un focolaio in Nordreno-Vestfalia legato al mattatoio Toennies, che ha fatto registrare oltre mille contagi.

Diversi agenti di polizia sono rimasti feriti negli scontri con i residenti di un edificio a Gottinga, nella Germania centrale, messi in quarantena dopo che 120 su 700 sono risultati positivi al coronavirus. Lo hanno reso noto le forze dell’ordine. Le scene di violenza sono scoppiate quando un gruppo di persone del complesso residenziale ha cercato di farsi strada attraverso una barriera metallica allestita per mantenere i 700 residenti a casa per fermare il contagio del coronavirus.

Alcuni hanno lanciato pietre, bottiglie e doghe di legno contro la polizia, ha spiegato ai giornalisti il responsabile delle forze dell’ordine di Gottinga, Uwe Luehrig. I cittadini sono stati messi in quarantena tre giorni fa dopo la scoperta tra loro di due casi di contagio. Secondo i dati aggiornati a venerdì, 120 residenti erano risultati positivi.

Gottinga è una delle fonti di contagio emerse in Germania da quando le restrizioni imposte a causa dell’epidemia sono state revocate a maggio. Più di 1.300 lavoratori dei macelli su un totale di quasi 7mila erano risultati positivi nel Nord Reno-Vestfalia (ovest). Numerosi cluster, o fonti di contagio, in Germania e anche in Francia, hanno evidenziato le condizioni di lavoro o abitative aumentando i rischi di diffusione del coronavirus, in particolare nei macelli.

Le autorità delle regioni tedesche di Gottinga e della Renania settentrionale-Vestfalia hanno chiesto alla polizia di applicare misure di quarantena più rigide a seguito di un aumento delle infezioni locali da coronavirus, che hanno ha causato un aumento del tasso di riproduzione del virus nel paese.

“Ci sono 1.300 proprietà in cui vivono il personale e le loro famiglie e dove dobbiamo osservare le regole di quarantena”, ha detto in conferenza stampa il ministro presidente (il governatore) Armin Laschet. Gli appelli giungono dopo che l’indice di riproduzione dei contagi da coronavirus è salito a 1,79, secondo quanto riferito ieri dal Robert Koch Institute (RKI). Nelle ultime 24 ore il numero di casi confermati di coronavirus in Germania e’ aumentato di 687, portando a 189.822 il numero totale dei contagi.