Dpcm, Governo nel caos: decisione su zone rosse, arancioni e gialle slitta a domani, misure forse da Venerdì – DETTAGLI

La decisione su zone rosse, arancioni e gialle slitta a domani: il Governo sta ancora discutendo con le regioni

MeteoWeb

Scatteranno da venerdì le misure più restrittive nelle aree rosse ed arancioni. E’ quanto si apprende da fonti del ministero della Salute. Continua dunque il braccio di ferro tra Governo e Regioni, per capire quali misure attuare. Non sono state poche, nei giorni scorsi, le polemiche in merito a tale classificazione.

Le Regioni candidate ad essere “zona rossa” hanno infatti espresso il proprio disappunto per dele restrizioni che sono un vero e proprio lockdown.

Il Governatore della Liguria, Giovanni Toti, scrive su Facebook: “Ho appena parlato con il ministro della Salute, Roberto Speranza. Domani ci confronteremo sul posizionamento della Regione Liguria rispetto alle fasce di rischio del decreto del presidente del Consiglio dei ministri. Pertanto, le misure aggiuntive di contenimento al covid nel nostro territorio entreranno in vigore nella giornata di venerdi’. Entreranno, invece, in vigore da domani le normative riguardanti tutto il territorio nazionale, primo tra tutti il divieto di circolazione tra le ore 22 e le 5“.

Anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, conferma su Facebook, che le nuove misure per contenere la pandemia entreranno in vigore da venerdì: “In attesa di conoscere nel dettaglio i contenuti dell’ordinanza del Ministro della Salute in merito alla classificazione delle Regioni italiane, ho appreso direttamente da fonti del Ministero che l’ordinanza con le misure di restrizione entrerà comunque in vigore da venerdì”. 

Coronavirus, oggi in Italia 352 morti e 30.550 nuovi casi. Rezza: “curva si è stabilizzata, non abbiamo criticità ospedaliere in nessun posto d’Italia”. I DATI

Coronavirus, il nuovo DPCM pubblicato in Gazzetta Ufficiale: ecco cosa cambia da domani, scatta il coprifuoco, Italia divisa in aree gialle, arancioni e rosse 

Zone rosse: l’agonia dell’attesa e la Caporetto del governo, da Milano alla Calabria commercianti confusi e disperati, “Non sappiamo che fare”