Previsioni Meteo, arriva il “Ciclone di Capodanno”: forte maltempo in tutt’Italia, tanta neve a bassa quota. MAPPE e DETTAGLI

Previsioni Meteo, è di nuovo Allerta Maltempo sull'Italia per l'arrivo del "Ciclone di Capodanno": ancora neve in pianura al Nord, i dettagli

MeteoWeb

Il regime barico per fine anno e inizio del prossimo, continua a rimanere dichiaratamente depressionario sul Mediterraneo centrale e sull’Italia. A governare la circolazione continuerà a essere una saccatura instabile nordatlantica sempre attiva, semmai che concederà temporanei rilassamenti nell’azione vorticosa, ma repentinamente rinvigorita per l’apporto incessante di aria relativamente fredda dai settori sub-polari. Una lieve attenuazione della curvatura ciclonica in prossimità del Mediterraneo centrale e anche dell’Italia, è attesa proprio nel corso dell’ultimo dell’anno, domani, giovedì 31 dicembre, quando, sull’Italia, l’instabilità potrebbe risultare più localizzata, quindi con maggiori aperture su diverse aree del paese e anche con maggiori aree asciutte, tuttavia non mancheranno settori interessati da nubi e piogge.

Invece, proprio nel giorno di Capodanno, soprattutto poi nella seconda parte e verso la sera, è atteso un nuovo approfondimento depressionario verso la Francia e la Spagna, fino al Mediterraneo occidentale, con sollevamento dai settori sud-occidentali del nostro bacino e dal Nord Africa, di una nuova massa d’aria umida e instabile in direzione delle regioni tirreniche, soprattutto centro-settentrionali, e di gran parte del Nord Italia. Ma ecco più nel dettaglio il tempo previsto tra giovedì 31 dicembre, ultimo dell’anno, e venerdì, Capodanno 2021.

Come visibile nell’immagine in riferimento alle precipitazioni, Giovedì 31 trascorrerà mediamente all’insegna di una diffusa variabilità sul nostro territorio, con annuvolamenti sparsi associati a qualche debole fenomeno irregolare sulle aree tirreniche centrali, localmente sul medio Adriatico e al Nordest, tra Est Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Qualche addensamento con brevi rovesci occasionali sul Salento, sui settori ionici calabresi, sull’Ovest Sicilia, sulla Sardegna, soprattutto occidentale, e su Ovest Alpi, ma, su tutte queste aree, saranno presenti anche ampie schiarite e spesso le fasi asciutte potrebbero essere prevalenti rispetto a quelle con fenomeni. Sono attesi addensamenti più intensi, invece, con rovesci un po’ più importanti sul basso Tirreno, tra la Campania centro-meridionali e la Calabria tirrenica, qualche rovescio moderato anche sulla Toscana occidentale; sulle aree più interne appenniniche, sul resto del Centro Sud e del Nord, il tempo potrebbe essere generalmente più asciutto e con maggiori schiarite soleggiate.

Per il giorno di Capodanno, venerdì 1 gennaio 2021, più di qualcosa invece cambierà. Arriverà, infatti, una massa d’aria instabile più estesa dai settori occidentali del Mediterraneo, la quale interesserà soprattutto le regioni tirreniche e quelle settentrionali.

Nella seconda mappa sono espressi con colorazione a scala di blu, tutti i settori interessati da nubi e piogge. Su quelli in blu più scuro, le precipitazioni dovrebbero essere più intense anche più ricorrenti, sulle aree con blu più chiaro, fenomeni mediamente più deboli o al più moderati e più irregolari. Fenomeni anche forti tra l’alta Toscana e il Levante Ligure dove, entro sera, potrebbero aversi accumuli intorno ai 50/60 mm e oltre.  Da evidenziare l’area circoscritta con la linea celeste, ossia un po’ tutti i settori alpini prealpini, il Nordovest Appennino e le aree pianeggianti tra la Lombardia centro-occidentale e il Piemonte. Su questi settori, per la giornata di Capodanno sono attese nevicate fino a bassa quota e in pianura, per via di un cuscino freddo resistente nei bassi strati e sovrapposizione di correnti più miti, umide e instabili dai quadranti meridionali. Saranno possibili nuovamente accumuli di alcuni centimetri di neve su città come Milano, Pavia, Como, Bergamo, Alessandria, Torino e diffusamente in pianura al Nordovest. Poi, in successivi approfondimenti nelle prossime ore la redazione di MeteoWeb, dettaglierà meglio sugli accumuli. Tempo in linea generale migliore sul medio-basso Adriatico, sui settori ionici, sulle aree centro-orientali della Sicilia e su quelle orientali e meridionali della Sardegna.

Per monitorare la situazione meteo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting:

Previsioni Meteo Gennaio, clamorosa sciroccata subito dopo l’Epifania: Nord sommerso di neve, +25°C al Sud