Previsioni Meteo: in settimana ancora forte maltempo al Sud, arriva il freddo al Centro/Nord

Previsioni Meteo: il ciclone del Sud si allontana verso la Libia, ultime ore di maltempo poi migliora. In settimana ancora forte maltempo al Sud, freddo invernale al Centro/Nord

VIDEO
Previsioni Meteo, il video con l'evoluzione sinottica sull'Italia tra Sabato 27 Novembre e Giovedì 1 Dicembre
MeteoWeb

Il ciclone che nel weekend ha attraversato il Sud Italia provocando maltempo estremo in tutte le Regioni si trova nel Mediterraneo centrale e si sta spostando dal mar Jonio al Golfo della Sirte. La situazione meteo sta migliorando al Centro, ma è ancora brutta al Sud: questa tempesta ha provocato ieri la disastrosa alluvione di Ischia, ma anche abbondanti nevicate su Abruzzo e Molise e piogge torrenziali su tutto il meridione.

Nella giornata odierna il maltempo più intenso s’è spostato all’estremo Sud: con lo scivolamento del Ciclone verso Sud, infatti, il vento e le piogge si sono concentrate nell’estremità meridionale dell’Italia e in modo particolare nelle zone joniche di Calabria e Sicilia. Il forte vento di grecale (Nord/Est) ha raggiunto stamani raffiche di 81km/h a Catania Fontanarossa e 78km/h a Cozzo Spadaro, e lo Jonio è in burrasca tanto che ha provocato forti mareggiate sulla Calabria jonica e sulla Sicilia orientale, provocando danni a Crotone, Catanzaro, nella locride e anche in Sicilia, da Catania a Siracusa. Pazzesche le immagini dallo Scoglio due Fratelli, meglio conosciuto in Sicilia come lo scoglio “I du’ Frati”, proprio a Siracusa:

Siracusa, mar Jonio in tempesta: la mareggiata allo Scoglio due Fratelli

Le immagini che arrivano dalla Sicilia sono impressionanti per i danni provocati dalle mareggiate, non solo sulla costa orientale ma anche alle isole Eolie dove si contano i danni della burrasca di ieri sera e della notte:

Santa Tecla
Santa Tecla (Acireale)
Acitrezza
Acitrezza (Catania)
Canneto - Lipari
Canneto – Lipari

Nelle prossime ore il ciclone continuerà ad allontanarsi verso la Libia, e la tempesta di vento e mare si sposterà sempre più a Sud, come possiamo osservare nelle mappe successive. Le peggiori criticità sono attese a Malta, mentre in Calabria e Sicilia la situazione migliorerà, seppur in modo lento e graduale con venti sostenuti anche nel pomeriggio:

allerta meteo venti mediterraneo oggi ore 16
I forti venti previsti per le 16 di oggi pomeriggio intorno al Ciclone sempre più vicino alla Libia
malta ore 16
Lo zoom dei venti previsti per le 16 di oggi pomeriggio tra Sud Italia e Malta

Per quanto riguarda le precipitazioni, oggi in Sicilia sono caduti 60mm a Palazzolo Acreide, 58mm al Rifugio Sapienza (Etna Sud), 55mm a Siracusa, 47mm a Noto, 45mm a San Gregorio (Catania), 42mm a Mascalucia, 41mm a Trappeto (San Giovanni La Punta), 38mm a Fleri, 35mm ad Augusta, 34mm a Canalicchio (Catania), 33mm a Ispica e Nicolosi, 32mm a Zafferana Etnea, 28mm a Pachino, 26mm a Modica, 25mm a Francofonte, 18mm a Sigonella, 17mm a Ragusa, Acireale, Giarre, Pedara e Belpasso.

Complessivamente dall’inizio di questa ondata di maltempo sono caduti 101mm di pioggia a Siracusa, 97mm a Palazzolo Acreide, 90mm a Ispica, 88mm a Noto, 73mm a Pachino, 70mm ad Augusta, 68mm a Scicli, 63mm a Catania, 53mm a Pedara, apporti pluviometrici importanti per i settori orientali della Sicilia che in ogni caso era la Regione d’Italia che in assoluto non ha mai sofferto della siccità nei mesi scorsi, beneficiando di precipitazioni costanti e abbondanti anche nei mesi estivi e autunnali.

Nella vicina Calabria, le piogge sono concentrate nel versante jonico. Spiccano i 69mm caduti oggi a Petronà (Catanzaro), dove già ieri erano caduti altri 77mm di pioggia per un parziale del weekend di 146mm. A Crotone oggi sono caduti 22mm di pioggia dopo i 38mm di ieri, a Catanzaro oggi 41mm dopo i 36mm di ieri, a Corigliano Calabro oggi 45mm dopo i 58mm di ieri, a Longobucco oggi 53mm dopo i 35mm di ieri, a San Nicola dell’Alto oggi 35mm dopo i 98mm di ieri, a Chiaravalle Centrale oggi 47mm dopo i 96mm di ieri, a Gambarie d’Aspromonte oggi 52mm dopo i 28mm di ieri: piogge molto utili a ricaricare le riserve idriche e i bacini soprattutto in Sila, dove erano in sofferenza.

Maltempo al Sud: le previsioni per le prossime ore

Nelle prossime ore la situazione migliorerà, ma in modo molto lento e graduale. La copertura nuvolosa è ancora molto estesa sul mar Jonio e le correnti cicloniche continueranno ad alimentare il flusso nuvoloso su Calabria e Sicilia, con ulteriori precipitazioni fino a sera nei versanti orientali della Calabria, specie meridionale, e della Sicilia orientale.

meteo italia domenica 27 novembre

Alcuni comuni stanno decidendo di chiudere le scuole domani e addirittura anche dopodomani per il maltempo, ma domani sarà un Lunedì di tregua al Sud: in Calabria e Sicilia splenderà il sole e il vento sarà calmo o debole.

Le Previsioni Meteo per la settimana entrante: ancora maltempo al Sud, freddo più secco al Centro/Nord

Attenzione, invece, a metà settimana: una nuova perturbazione proveniente dall’oceano Atlantico sprofonderà nel Mediterraneo occidentale, come possiamo osservare nel video principale a corredo dell’articolo, e si dirigerà nuovamente al Sud dove piogge e temporali nuovamente abbondanti risaliranno il territorio a partire dalla Sicilia Martedì 29 Novembre, fino a Puglia e Molise nella giornata successiva, Mercoledì 30. Il maltempo sarà ancora una volta intenso, dapprima nelle zone joniche di Sicilia e Calabria in risalita dallo Jonio nella giornata di Martedì, poi su Basilicata, Puglia, Molise e anche di nuovo in Calabria e Sicilia, ma stavolta nella fascia tirrenica, nella giornata di Mercoledì.

Ancora una volta, invece, il maltempo bypasserà il Nord dove ci saranno solo molte nubi e qualche lieve precipitazione, ma farà particolarmente freddo. Le temperature scenderanno tra 3 e 5°C sotto le medie del periodo segnando con un clima particolarmente freddo la fine di Novembre non solo al Nord, ma anche al Centro e soprattutto nelle Regioni Adriatiche.

temperature 30 novembre 2022
Le temperature previste per Mercoledì 30 Novembre, l’ultimo giorno del mese, ad 850hPa pari a circa 1.500 metri di altitudine sul livello del mare

Per seguire la situazione meteo in tempo reale consigliamo come sempre le pagine del nowcasting da cui è possibile seguire l’evoluzione meteorologica minuto per minuto su tutto il territorio nazionale e continentale: