Un alimento antinfiammatorio rafforza le difese immunitarie e depura l’organismo: abbassa anche colesterolo e glicemia

Un alleato per le difese immunitarie e per depurare l'organismo: tutte le virtù di un alimento antinfiammatorio che abbassa i livelli di colesterolo e glicemia nel sangue

MeteoWeb

Il conto alla rovescia in vista del Natale è ufficialmente iniziato. Nell’incertezza generale causata dall’emergenza sanitaria alcune cose rimangono però invariate. La natura continua nel suo corso e l’inverno ci regala alcune prelibatezze, utili al nostro benessere, che nelle tavole imbandite per il cenone della vigilia o il pranzo di Natale non dovrebbero mai mancare.
Nei mesi freddi, infatti, il nostro corpo ha l’esigenza di aumentare le difese immunitarie, ma anche di depurarsi, eliminando le tossine, così come di rinforzare il microcircolo e la pelle che affrontano sbalzi termici dovute alle temperature più rigide.

“Partiamo da un grande classico dell’inverno, gli agrumi – spiega la dott.ssa Giovanna Geri, farmacista, nutrizionista, co-fondatrice della startup Vitamina – che in questo periodo ne abbiamo in abbondanza e di tanti colori brillanti che ci ricordano l’estate. Possiamo sbizzarrisci tra pompelmi, arance, clementine, limoni e mandarini. L’arancia, in particolare, è ricca di antiossidanti, vitamina C e vitamina A, ma anche bioflavonoidi come esperidina e diosmina. Queste sostanze, oltre a rinforzare le difese immunitarie, possiedono anche un’azione di protezione sul microcircolo e antiossidante. Le arance sono frutti noti per la prevenzione cardiovascolare ma anche per le loro proprietà digestive e di depurazione dell’organismo. Queste ultime due azioni sono dovute non solo al contenuto di antiossidanti ma anche a quello di fibre, presenti soprattutto nell’albedo, la pellicina bianca che riveste gli spicchi. Per questo consiglio di non perdere tempo a pulire bene lo spicchio ma di mangiarlo perché il contenuto di di fibre è importante per l’attività intestinale che condiziona il nostro sistema di eliminazione delle tossine e di assorbimento dei nutrienti.”

“Passando al reparto ortaggi, il protagonista in cucina in questi giorni è il radicchio rosso – continua la dott.ssa Geri di Vitamina estremamente versatile da preparare è ricco di acqua, fibre, vitamine e minerali. L’acqua e la fibra, prevalentemente idrosolubile, lo rendono un ottimo depurativo, oltre ad avere un buon controllo sull’assorbimento degli zuccheri. Tra le vitamine che contiene le più abbondanti sono vitamina C, provitamina A e gruppo B.  Insomma un vero alleato per le difese e per la pelle. Molti anche i minerali presenti tra cui potassio, magnesio e zinco. Inoltre, il radicchio rosso contiene dei composti chiamati fitosteroli che possiedono proprietà ipocolesterolemizzanti, ovvero aiutano ad abbassare i livelli ematici di colesterolo.”

Una volta finito il cenone è il momento di prendersi cura anche del proprio intestino con gli estratti vegetali e i probiotici per una corretta digestione.

Aloe vera“La nostra salute, infatti, passa anche dalla pancia – sottolinea la dott.ssa Giovanna Geri di Vitamina e in questo la fitoterapia ci viene in soccorso con i principi funzionali attivi presenti in alcune piante. L’Aloe Vera, per esempio, ha proprietà lenitive sul tratto gastro-intestinale facilitando lo smaltimento delle tossine e il corretto assorbimento dei nutrienti. L’ananas con la Bromelina, miscela di enzimi proteolitici, se assunta a stomaco pieno è utile per facilitare la digestione soprattutto di un pasto ricco di proteine, mentre la curcuma è indicata per chi ha problemi digestivi, la sua funzione è quella di stimolare la secrezione della bile rendendo così più digeribili i grassi. Per chiudere, non può di certo mancare nella nostra ‘cassetta degli attrezzi della digestione’ un buon probiotico che, grazie ai fermenti lattici contenuti al suo interno facilitano la digestione di sostanze contenti lattosio e riducono la formazione di gas responsabili della fastidiosa sensazione di gonfiore dovuta ad un pasto abbondante.”

Focus sul radicchio rosso: le innumerevoli virtù benefiche

RADICCHIO ROSSO 3

Il radicchio rosso è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Composite. Dal sapore leggermente amarognolo, rimineralizzante e vitaminico, favorisce la digestione e il buon funzionamento intestinale; dona un senso di sazietà prolungato e contrasta la stitichezza grazie al suo contenuto di fibre. E’ consigliato ai diabetici di tipo 2, contenendo inulina, regola i livelli di zucchero del sangue.

Inoltre è un ottimo antifiammatorio naturale nei casi di artrite, depura, tonifica, è diuretico e leggermente lassativo. Il radicchio rosso previene le malattie cardiovascolari, apporta benefici al sistema nervoso, contrastando l’insonnia grazie al triptofano; è antiossidante, rallentando l’invecchiamento cellulare e la degenerazione maculare senile. Ipocalorico (contiene solo 23 calorie per 100 grammi), è l’ideale per chi desidera perdere peso e non contiene glutine, pertanto può essere tranquillamente consumato dai celiaci.

Per secoli ritenuto il cibo povero delle campagne, nelle quali i contadini si divertivano ad inventare piatti che ancora oggi vengono apprezzati, il radicchio rosso è un ottimo alleato contro il tumore al colon.
consumarlo? Grigliato, alla brace, come condimento per primi piatti o contorno abbinato ad un secondo. Si conserva in frigo, nello scomparto dedicato a frutta e verdura, per 4-5 giorni.

Per approfondire, ecco gli antibiotici e gli antinfiammatori naturali più efficaci da utilizzare in questo periodo:

E’ il momento di rafforzare il sistema immunitario: come potenziare le nostre difese con l’alimentazione, via libera a cioccolato, peperoncino e aglio

Come rafforzare il sistema immunitario in pochi giorni (e dimagrire)? Dagli alimenti consigliati alla Dieta Mima Digiuno

Un potente antibiotico naturale tiene a bada mal di gola, raffreddore e tosse: è ottimo anche per la glicemia e per abbassare il colesterolo

Un potente antibiotico naturale da non sottovalutare: è antibatterico, antivirale e abbassa anche la pressione alta

Un ortaggio antichissimo è anche un eccezionale antibiotico naturale, e non è tutto: contrasta il diabete, abbassa colesterolo e pressione alta

Come prevenire raffreddore, mal di gola e tosse? Basta un potente antinfiammatorio naturale

L’antinfiammatorio naturale che abbassa il colesterolo alto: tutti i benefici (e le controindicazioni) di una preziosissima spezia

Come prevenire influenza, raffreddore, tosse e mal di gola? Quali sono gli antibiotici e gli antinfiammatori naturali più efficaci? Tante bevande, consigli e rimedi

Dolori muscolari e articolari, febbre a 37°C-38°C, naso che cola: come distinguere il Covid dall’influenza?

Quali alimenti evitare in caso di influenza e tutte le “armi” per prevenirla


Si tenga presente che le informazioni presenti in questa pagina sono di natura generale e a scopo divulgativo e non sostituiscono in nessun caso il parere del medico, il primo punto di riferimento a cui ricorrere per avere informazioni, chiarimenti, e a cui affidarsi per consigli o esami.