Medicane Apollo, “colpito in pieno il Siracusano, ora la perturbazione sale”: “in Calabria previsti venti a 110km/h” – VIDEO

Dopo aver colpito con violenza il Siracusano, il Medicane Apollo si sta spostando verso nord: attesi venti di 110km/h e mareggiate in Calabria

MeteoWeb

“La perturbazione ha colpito in pieno la provincia Aretusea, ma soprattutto le aree di Siracusa, Priolo, Melilli, Floridia e Augusta. Nelle ultime sei ore sono caduti oltre 120 millimetri di acqua e, addirittura, per alcuni fluviometri anche 150 millimetri. La perturbazione si sta spostando a Nord, ma non sappiamo in che modo colpira’ e con quale intensita’“. Lo afferma il capo del Dipartimento regionale della Protezione Civile, Salvo Cocina, facendo un punto sull’emergenza meteo nella parte orientale dell’isola, causata dal Medicane Apollo.Nel Siracusano – spiega Cocina – c’e’ stata una situazione di allagamenti diffusi. A Pantanelli c’e’ un villaggio turistico isolato a causa della viabilita’ bloccata. Ci sono interruzioni sulla Catania-Siracusa e in diverse strade provinciali per allagamenti e in montagna per frane e caduta massi“.

Il ciclone mediterraneo posizionato poco a est della costa sud-orientale della Sicilia, continua a influenzare negativamente il tempo sull’intera Sicilia. Le aree maggiormente colpite risultano essere le coste del Siracusano. Tale situazione continuera’ ancora per l’intera giornata di oggi e le prime ore di domani. Un graduale miglioramento e’ atteso dalla tarda mattinata di domani, e in maniera piu’ marcata per domenica“, ha dichiarato il tenente colonnello Franco Colombo, Aeronautica Militare in servizio a Sigonella.

Sindaco di Augusta: “caduti oltre 160mm d’acqua, restate a casa”

Augusta, nel Siracusano, e’ una delle località più colpite dal maltempo e da questa mattina è isolata. Gli ingressi della citta’ sono completamente allagati. “E la situazione purtroppo peggiora – dice il sindaco Giuseppe Di Mare -. Il maltempo ci ha dato tregua solo mezz’ora. Ma adesso piove ancora e si e’ alzato vento. Possono transitare solo i pullman. Alle 11 avevo un dato ufficiale di 120mm di acqua caduta. Adesso mi dicono ufficiosamente che siamo a 160mm. Gli allagamenti sono ovunque. Sono vicino al lungomare Rossini e vedo onde alte quattro metri legate al forte vento che si sta alzando. Stiamo monitorando le criticita’. Il mio e’ un appello ai cittadini a restare a casa e di non farsi prendere dal panico. Se si deve uscire per motivi non rinviabili state attenti e non andate dove ci sono aree di acqua. L’acqua che scende è così tanta che non si riesce a smaltire. La situazione è drammatica”. 

Di Mare ha evidenziato i “diversi interventi effettuati dai volontari per portare medicinali e assistenza a tanti anziani. Adesso i volontari sono stremati ma so che stanno arrivando i rinforzi”. Il sindaco di Augusta e’ preoccupato anche per quanto succedera’ domani: “quando l’emergenza sara’ passata – sottolinea – bisognera’ capire quali saranno le condizioni della citta’: dovremo effettuare il controllo delle strutture pubbliche ed in primo luogo delle scuole. Dovremo capire cosa ci ha lasciato Apollo“.

Protezione Civile Calabria: “venti fino a 110km/h, il ciclone si sta indebolendo”

Complessivamente la situazione è migliore di quella che avevamo previsto. Rimane la zona rossa nella parte catanzarese e crotonese, perché i venti arriveranno, ma il ciclone, lo abbiamo visto dalla mezzanotte scorsa, si sta indebolendo. Così all’AdnKronos Fortunato Varone, capo dipartimento della Protezione Civile della Calabria. “Al momento la situazione è sotto controllo – spiega Varone -, nel nuovo bollettino la zona nord della Calabria è tutta gialla, la zona Sud, per la parte tirrenica e ionica, dunque la parte del reggino, è zona arancione, mentre la parte catanzarese e crotonese è zona rossa, e infine sopra Crotone è zona arancione. Domani, però, la Calabria sarà quasi tutta gialla, tranne la zona del catanzarese, che sarà rossa, e del reggino ionico, che sarà arancione“. In attesa dell’arrivo della perturbazione, osserva Varone, “abbiamo già in preallerta e pronte tutte le associazioni di volontariato, ma dal nostro monitoraggio, dai satelliti, osserviamo che il ciclone continuerà a colpire con molta forza la Sicilia orientale, mentre la zona Sud della Calabria verrà sfiorata nella parte del catanzarese, ma per il resto il vortice si sta spostando verso Sud, quindi interesserà quasi completamente la Sicilia“. In ogni caso, sottolinea Varone, anche nella zona Sud della Calabria “ci saranno delle mareggiate e si prevedono venti fino a 110 km/h. Da qui a breve emetteremo una serie di comunicati per raccomandare alle persone di restare a casa, e in caso di necessità, emergenza e urgenza, di chiamare i numeri della Protezione civile o dei Vigili del Fuoco”.

Medicane, mareggiate in Calabria: le immagini da Monasterace [VIDEO]

Medicane, allerta in Calabria: forte mareggiata a Locri [VIDEO]

Medicane, mareggiate in Calabria: le immagini da Monasterace [VIDEO]

Allerta Meteo, scuole chiuse il 30 Ottobre per il Medicane: l’ELENCO AGGIORNATO LIVE

Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: