Cosa significa essere positivi al Coronavirus? La testimonianza di una paziente: “Febbre, nausea, senza respiro: sembra un girone dell’inferno”

Una delle domande principali che i cittadini si pongono è: cosa succede se si è positivi al coronavirus? Ne parla Alessandra, 56enne di Codogno

Sintomi da coronavirus: sono in molti a chiedersi cosa comporta realmente il contagio da coronavirus. Dei 2703 pazienti infetti, 1064 si trovano in isolamento domiciliare, 1344 ricoverati in ospedale e, tra questi, 295 sono in terapia intensiva. Ieri sera è stato approvato il decreto legge che prevede lo stop a scuole e università fino al 15 marzo: misure pesanti, ma necessari per bloccale il diffondersi dell’epidemia. La preoccupazione infatti è legata a un sovraccarico del sistema sanitario che va prevenuto: bisogna avere la possibilità infatti di curare, con farmaci ma anche terapia intensiva qualora fosse necessario, tutti coloro che lo necessitano. E in questo marasma di coronavirus non vanno dimenticati tutti gli altri pazienti, ordinari diciamo, che meritano le stesse cure e attenzione dei positivi al Covid-19.

Pertanto, una delle domande principali che i cittadini si pongono è: cosa succede se si è positivi al coronavirus? Com’è l’evoluzione della patologia? In cosa si incorre? Ne parla Alessandra, operatrice socio sanitaria di Codogno: ha 56 anni ed è risultata positiva al coronavirus. Racconta la sua esperienza in un’intervista al Corriere. La donna è ricoverata all’Ospedale di Cremona, presso il reparto di Malattie Infettive: è attaccata notte e giorno all’ossigeno, per cui non può parlare. Comunica attraverso il suo cellulare, “l’unico collegamento che mi è rimasto con il mondo”.

“Sono ricoverata da dieci giorni. – racconta – Le mie condizioni sono peggiorate: sono svenuta in due occasioni, sono a letto sotto ossigeno e assumo la terapia mattina e sera, oltre a quella endovenosa fissa. La febbre da due giorni non c’è più, ma i polmoni hanno bisogno di aiuto…”

influenza 2019Ma quali sono stati i primi sintomi del coronavirus? Classici sintomi influenzali, racconta Alessandra, “mi è venuta la febbre dopo una notte al lavoro: mal di ossa, tosse leggera, curata come influenza, tachipirina e mucolitico“. Tuttavia, a differenza dell’influenza, ogni giorno peggioravo. Ho chiamato il 112, ma non avevo avuto contatti con persone infette. Dopo 9 giorni di febbre alta i miei figli hanno richiamato un po’ arrabbiati. È arrivata l’ambulanza, erano tutti con la tuta…”.

La notizia del focolaio nel Lodigiano era infatti ormai nota e Codogno era già zona rossa. “Ho avuto un primo ricovero a Cremona in un poliambulatorio adibito ad ospedale da campo con brandine della Protezione civile. Ho fatto li i primi esami. Quando ho avuto il risultato mi hanno spedita negli infettivi”.

Da lì, la paura di essere positivi. I dubbi, le ansie, cosa succederà? “Sembrava di stare in un girone dell’inferno. Te lo dicono ma non capisci cosa ti aspetta ed è meglio così. La cura ti ammazza. Piega il tuo corpo, il mal di stomaco con nausea e vomito è lancinante, la febbre ti fa bruciare”.

“Lunedì è stata la mia giornata peggiore. – prosegue Alessandra – Impotente davanti al ricovero di mio marito, in terapia subintensiva a Lodi. Non vedevo via d’uscita. Mi sentivo soffocare. Avrei voluto urlare, perché a Lodi è già ricoverato anche mio papà…”

Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images

La domanda sorge spontanea, come chiedono i colleghi del Corriere, “come ha contratto il Covid-19”?La bidella della scuola di mia nipote è risultata positiva. Le parlavo mattina e pomeriggio. Anche l’impiegata della Rsa dove lavoro è stata contagiata e ricoverata sempre qui a Cremona. Ma l’ho saputo dopo. Oppure l’ho preso altrove senza saperlo…”.

La quotidianità dei pazienti affetti da Covid-19 in Ospedale è differente rispetto a quella dei classici pazienti, “Non è ammessa alcuna visita. La stanza ha due letti, ma la tv è girata verso l’altro letto, solo lì c’è l’auricolare. Il tempo non passa mai”.

Il tempo: questo grande giudice che nel caso di un’epidemia infettiva così contagiosa agisce da discriminante tra ciò che si può fare e ciò che bisogna rimandare. Di quanto? Il tempo necessario per avere altre cure, dei vaccini, per indebolire il virus grazie agli anticorpi ma anche all’aumento di temperatura.

In questo contesto i medici “entrano al mattino per la visita e sono gentili e disponibili. Il personale anche, ma ha disposizione di entrare il meno possibile. A volte bussano dal vetro…”. 

Inevitabile cercare conforto in chi si trova nella stessa situazione, nonostante a volte non è facile. In stanza con Alessandra c’è infatti “una signora molto più giovane, è ricoverata da 12 giorni. Si è aggravata, non riusciamo a parlare. Anche il mangiare… tu vorresti finirlo, invece dopo due cucchiai hai già nausea”.

Coronavirus, oggi in Italia altri 41 morti: bilancio sale a 148 vittime e 3.858 contagiati. L’Oms: “scenario preoccupante, ci prepariamo ad ogni eventualità”

Da #Abbraccia1Cinese al metro di distanza: così la politica dell’anti-scienza ha sottovalutato il Coronavirus e portato l’Italia nel caos

Coronavirus, bisogna evitare gli assembramenti di persone ma a Venezia fanno l’aperitivo gratis “per ripartire”: una follia che può far dilagare l’epidemia

Coronavirus, paziente descrive in dettaglio cosa vuol dire contrarre l’infezione: “Non sono giorni normali quando non sei cosciente di come respirare”

La GEOGRAFIA del Coronavirus in Italia: l’epidemia si sta allargando verso il Centro e le Regioni Adriatiche [TABELLA]

Coronavirus, Di Maio: “rimuovere subito blocco voli con l’Italia, non ha senso ed è inaccettabile”. Ma fino a ieri diceva: “abbiamo chiuso voli con la Cina, è necessario”

Coronavirus, la Cina e Burioni smascherano i pasticci del governo Conte: “ci stanno dando una bella lezione”

Coronavirus, situazione ribaltata: adesso la Cina impone la quarantena agli italiani, “ci stanno riportando il virus che noi stiamo debellando”

Coronavirus, Burioni: “Siamo nel momento decisivo. Muoiono solo gli anziani? Non è vero, il paziente 1 ha 38 anni ed è in rianimazione”

Coronavirus, gli esperti: “In Italia l’epidemia è in fase iniziale, i contagi stanno aumentando con un andamento esponenziale”

Coronavirus, il virologo Fausto Baldanti: “è la prima volta che si verifica un’epidemia di queste dimensioni nel mondo”

“Un eroe”, “il simbolo di un’Italia forte che non molla”: Gennaro Arma, il “romantico” comandante italiano scende per ultimo dalla Diamond Princess in quarantena per il Coronavirus [GALLERY]

Il Coronavirus “sparirà quasi completamente nei mesi di maggio-giugno, ma poi potrebbe ricomparire”

Papa Francesco ha il Coronavirus? Il mistero si infittisce: la risposta del Vaticano ai media britannici [FOTO e VIDEO]

Tosse, febbre e raffreddore, ho il Coronavirus? Ecco la storia di un malato qualunque che non sa se lo ha avuto oppure no