E’ un eccezionale antinfiammatorio naturale, abbassa il colesterolo alto ed è un alleato contro il diabete: perché dovremmo mangiare questo alimento ogni giorno

Alla scoperta di un antinfiammatorio naturale, ottimo per abbassare il colesterolo alto, alleato di chi soffre di diabete e nella prevenzione di alcune forme tumorali

Un alimento molto noto e comune, onnipresente nelle nostre case soprattutto nel periodo invernale, nasconde proprietà eccezionali per la salute: è in grado di abbassare il colesterolo alto (totale e “cattivo”), è un antinfiammatorio naturale, è un alleato contro la sindrome metabolica, nella gestione del diabete di tipo 2, nella prevenzione di alcuni tumori.
Insomma, sono tanti i motivi per cui dovremmo mangiare le noci ogni giorno: i nutrizionisti consigliano di consumare 3 noci quotidianamente, per complessivi 15 grammi (circa 100 kcal).

Alla scoperta delle noci, un antinfiammatorio naturale ottimo per abbassare il colesterolo alto e alleato di chi soffre di diabete

nociLe noci sono i frutti oleosi del maestoso albero Juglans regia, appartenente alla famiglia delle Juglandaceae, caratterizzato da foglie molto voluminose.
Si tratta di frutti ricchissimi di virtù benefiche: abbassano i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, prevengono le malattie cardiache e coronariche. Soccorrono l’organismo nei casi di sforzo ed eccessivo stress psico-fisico, sono indicate in caso di diabete, nelle diete vegetariane, per chi soffre di problemi alla prostata, compensando la carenza di zinco. Consigliate per contrastare l’inappetenza e nel corso di periodi di convalescenza, sono ricche di antiossidanti polifenolici che combattono l’azione nociva dei radicali liberi, prevendo tumori, invecchiamento precoce, infiammazioni e malattie degenerative.

Ricche di vitamina E, essenziale per il mantenimento dell’integrità della membrana cellulare delle mucose, riducono la pressione arteriosa, combattono l’arterosclerosi, hanno proprietà digestive e diuretiche per via dell’acido alfa-linolenico. Energetiche, utili a rafforzare la memoria e le funzioni cognitive in genere, oltre che le ossa, sono antianemiche, nutrienti, rimineralizzanti e vermifughe, oltre ad essere consigliate in gravidanza per la corretta formazione del tessuto cerebrale e del sistema nervoso fetale.

Noci: proprietà nutrizionali e benefici

Secondo gli esperti dell’Humanitas Research Hospital, ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario,

“le noci nascondono proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Tra i benefici derivanti dal loro consumo sono inclusi la riduzione del colesterolo totale e di quello cattivo, il miglioramento del tono dei vasi sanguigni, la riduzione dell’aggregazione delle piastrine e quella dei marcatori dell’infiammazioni, tutti effetti positivi in termini di salute cardiovascolare. Le noci sarebbero inoltre utili alleati contro la sindrome metabolica, nella gestione del diabete di tipo 2, nella prevenzione di alcune forme tumorali e nella promozione della salute delle ossa, di una buona memoria, di buone capacità cognitive e del buon sonno”.

100 g di noci (Junglans regia, parte edibile) apportano 582 calorie ripartite come segue:

  • 89% lipidi
  • 7% proteine
  • 4% carboidrati

In particolare, 100 grammi di noci (Juglans regia) apportano:

  • 19,2 g di acqua
  • 10,5 g di proteine
  • 57,7 g di lipidi (fra cui acidi grassi omega 3)
  • 1,9 g di amido
  • 3,4 g di zuccheri solubili
  • 3,5 g di fibra

Fra le vitamine e i minerali, 100 g di noci apportano circa:

  • 0,8 mg di niacina
  • 0,58 mg di tiamina
  • 0,17 mg di riboflavina
  • 6 µg di vitamina A (retinolo equivalente)
  • biotina
  • 375-500 g di potassio
  • 238 mg di fosforo
  • 131 mg di calcio
  • 3 mg di sodio
  • 2,6 mg di ferro
  • magnesio
  • rame
  • manganese
  • molibdeno

Le noci sono inoltre fonte di vitamina E in forma di gamma-tocoferolo. Inoltre contengono fitonutrienti – come il juglone, la tellimagrandina e di morina – rari in altri cibi.

Come utilizzare le noci?

Come utilizzare questo gustoso toccasana per la salute? Come frutta secca, tritate nello yogurt, macedonie o accorpate a impasti per torte e biscotti, come ripieno per pasta fresca, per la preparazione di squisiti formaggi o, associate a fichi, mele e nocciole nella preparazione della mostarda d’uva o per la realizzazione di liquori aromatici e digestivi tra cui il famoso Nocino.
In cosmesi dal mallo si estrae un olio ricco di juglone che favorisce il rinnovo della pelle ed è impiegato per una veloce abbronzatura, stimolando la melanina e fungendo da filtro ai raggi solari.

Per approfondire:


Si tenga presente che le informazioni presenti in questa pagina sono di natura generale e a scopo divulgativo e non sostituiscono in nessun caso il parere del medico, il primo punto di riferimento a cui ricorrere per avere informazioni, chiarimenti, e a cui affidarsi per consigli o esami.